27 e 1 casi in cui usare l’olio di Neem

0

L’olio di Neem viene estratto a freddo dai semi della Azadiratshta Indica, un albero che cresce in India, Birmania ed in Sud America; è stato da sempre utilizzato nella medicina Ayurvedica ed ora anche in quella omeopatica.

Tutte le parti della pianta possono essere utilizzate, le foglie, la corteccia ed il legno, ma l’elemento più attivo è il seme.

In India il 95% della popolazione utilizza il Neem, in special modo le foglie.

L’olio di Neem ha proprietà idratanti, rigeneranti e ristrutturanti oltre che proprietà antisettiche ed insettifughe; è in grado di contrastare batteri, funghi, e di aiutare nelle più comuni problematiche della pelle.

Il Neem è efficace nei confronti di ben 14 tipi differenti di funghi; è il miglior prodotto per trattare la psoriasi. E’ consigliato usare il sapone al Neem per rimuovere le cellule morte e uccidere i batteri.

Ecco 28 casi in cui utilizzare l’olio di Neem:

ACNE: Irrorare le eruzioni e massaggiare delicatamente per disinfezione, drenaggio e cicatrizzazione.

AFFEZIONI alle VIE RESPIRATORIE: le esalazioni del neem hanno effetti balsamici. Si può usare l’olio per aromaterapia e nebulazioni.

ARTROSI: coadiuvante del massaggio specifico.

CALLI: Irrorazione e massaggio ammorbidiscono ed idratano.

DEODORANTE: inibisce e distrugge la flora batterica responsabile della decomposizione delle secrezioni della pelle, con relativi cattivi odori.

DOLORI ARTICOLARI: può essere miscelato all’olio di mandorla per i massaggi.

ECCHIMOSI ( da contusione ): si abbrevia il tempo del ripristino e la riduzione del dolore.

ECZEMA: massaggiare delicatamente ogni giorno

EMORROIDI: con applicazione esterna si attenuano dolori e gonfiori.

FERITE: azione antisettica, attenuazione del dolore, velocità nella cicatrizzazione e ripristino della pelle. Non brucia.

FORFORA: massaggiare il cuoio capelluto con alcune gocce.

FORUNCOLOSI: irrorare e massaggiare per disinfettare, drenare, cicatrizzare e togliere pruriti e dolori.

GENGIVITI: in caso di mancanza di dentifricio al neem, aggiungere una goccia d’olio al comune dentifricio sullo spazzolino.

HERPERS LABIALE e CORPOREO: irrorare con un po’ di gocce e massaggiare delicatamente le eruzioni.

IGIENE GENITALE: applicare sulle parti in cui si forma flora batterica.

INSETTIFUGA: massaggiare sulle parti da proteggere, aiuta a mantenere lontane le zanzare.

IRRITAZIONE della PELLE: toglie bruciori ed arrossamenti; ha un’azione idratante, ammorbidente, lenitiva e disinfettante.

LABBRA SCREPOLATE: massaggiare con una o due gocce

PELLE SECCA E SCREPOLATA

PIDOCCHI: cospargere e massaggiare nei capelli e sul cuoio capelluto

PRURITO EPIDERMICO

PSORIASI: idrata e protegge la pelle; utile per le desquamazioni e lesioni. Si consiglia inizialmente di lavarsi con il sapone al neem.

PUNTURE di INSETTI: applicare sui gonfiori, pruriti e irritazioni diminuiranno.

RAFFREDDORE: massaggiare l’interno delle narici con una o due gocce

SCOTTATURE: massaggiare con una o più gocce l’area interessata.

STRAPPI MUSCOLARI: massaggiare a lungo miscelandolo all olio di mandorla

VENE VARICOSE: rinforzano la rete capillare superficiale

VERRUCHE: ammorbidisce e riduce

Socialize

Classe 87, cresce con lo Yoga, uno stile di vita naturale ed…

Leave A Reply