Cistite: suggerimenti per come affrontarla

0

Che cos’è la cistite?

La cistite è un’infiammazione ed un’infezione del tratto urinario che colpisce principalmente le donne a causa dell’uretra più corta. Usualmente la sua origine è di tipo batterica causata dagli E. Coli. Escherichia Coli è un bacillo Gram -, fermentante e citocromo ossidasi negativo, è mobile grazie alla presenza di flagelli peritrichi; usualmente è innocuo ma alcuni ceppi posso dare infezioni alle vie urinarie. Grazie a questi flagelli ha la capacità di nuotare lungo il tratto urinario e grazie alla proteina FimH riesce ad aderire al tratto urinario impedendone l’eliminazione attraverso l’urina.

Alcune situazioni possono favorire la risalita dei batteri nelle vie urinarie fino alla vescica:

  • scarsa igiene
  • rapporti sessuali
  • stitichezza
  • menopausa
  • gravidanza
  • diabete
  • calcoli urinari
  • malformazioni delle vie urinarie
  • stress e stanchezza
  • difese immunitarie basse

Sintomi

I sintomi posso essere diversi e presentarsi più di uno contemporaneamente, anche se possono capitare casi di cistite asintomatica. I sintomi possono essere:

  • continuo bisogno di urinare
  • basso volume di urina emesso
  • urine scure
  • urine maleodoranti
  • emissione di urina dolorosa
  • sangue nelle urine

Cosa fare in caso di cistite?

La prima cosa da fare se si registrano questi sintomi è ricorrere ad una consulenza medica ed è necessaria una diagnosi prima di iniziare un trattamento farmaceutico.

Per diagnosticare una cistite batterica vengono effettuati degli esami di laboratorio, il primo tra tutti l’urinocultura, che può essere effettuato tramite il prelievo delle urine.

L’urinocultura può considerarsi positiva nel caso in cui siano presenti uno o più parametri:

  • presenza elevata di leucociti ( superiori a 10.000/ml )
  • presenza elevata di batteri ( maggiore di 100.000/ml )
  • presenza di emazie
  • presenza di nitriti
  • aumento del pH

Una volta isolato il germe responsabile dell’infezione, bisogna identificarlo, eseguire l’antibiogramma e la MIC ( concentrazione minima inibente ), così da verificare l’efficacia del farmaco.

Il trattamento farmacologico verrà prescritto dal medico, ma è possibile accompagnarlo ad una corretta alimentazione ed all’utilizzo di prodotti nutraceutici, fitoterapici ed omeopatici per facilitarne la guarigione.

Come adattare l’alimentazione

  • Bere molto: bere acqua e tisane di timo ( disinfettante naturale delle vie urinarie ), di betulla, di uva ursina e di ortica. Bere succo di limone fresco, succo di mirtillo e di cranberry.
  • Mangiare tanta verdura e frutta ed incrementare il consumo di fibra: preferire verdura con poco sodio e tanto potassio ( cavolfiori, finocchi, carote, lattuga, broccoli, spinaci ); preferire frutta con tanta vitamina C ( kiwi, ribes e frutti di bosco ), mangiare anguria ed ananas che sono drenanti, mangiare mele ed uva
  • Preferire cibi integrali a quelli raffinati
  • Utilizzare aglio e cipolla che hanno effetti antimicotici ed immunostimolanti
  • Assumere fermenti lattici
  • Assumere sedano, prezzemolo e carciofo

Gli alimenti da evitare sono:

  • cibi fritti
  • cibi piccanti
  • grassi animali ( prediligere la carne bianca ed il pesce )
  • insaccati
  • caffè, tè, cioccolata
  • dolci ( gli zuccheri facilitano la crescita batterica )

Fitoterapici e prodotti naturali

Durante o in prevenzione a questa malattia si possono assumere diversi prodotti naturali:

  • D-Mannosio ( è uno zucchero naturale che agisce contro E. Coli staccandolo dalle pareti ) ( Cistiflux ha D-Mannosio e Cranberry )
  • Echinacea ( raffoza il sistema immunitario )
  • Eleuterococco ( stimola l’azione dei linfociti T e delle cellule Natural Killer )
  • Pilosella ( favorisce l’eliminazione dei liquidi )
  • Macerato glicerico di ginepro
  • Polline
  • Lievito di birra
  • Acqua e bicarbonato

Prodotti omeopatici

Sotto consiglio medico possono essere indicati anche diversi prodotti omeopatici come:

Chantaris ( serve per ridurre la sensazione di bruciore ), Mercurius corrosivus, Arsenicum album, Staphisagria ( utilizzata per le escoriazioni date da un rapporto sessuale )

Stile di vita

  • E’ consigliato non passare troppo tempo seduti o in piedi
  • Avere una più accurata igiene intima, cercando di non utilizzare saponi troppo aggressivi
  • Lavarsi con infuso di salvia o infuso di tiglio e rosmarino
  • Urinare prima, ma soprattutto dopo un rapporto sessuale
  • Indossare biancheria intima di cotone e non sintetica
  • Non indossare pantaloni troppo stretti
  • Fare impacchi di yogurt sull’uretra
Socialize

Classe 87, cresce con lo Yoga, uno stile di vita naturale ed…

Leave A Reply