WWOOF: che cos’è

WWOOF è un’associazione no profit nata nel 1971 in Inghilterra che ha lo scopo di mettere in contatto due tipi diversi di utenti: i volontari e le fattorie biologiche.

Questa idea nacque da Sue Coppard, un’impiegata londinese, che sentiva l’esigenza, come molte altre persone nella sua posizione, di partecipare alla vita di campagna e supportare le fattorie biologiche. Incominciò così ad organizzare dei fine settimana per un piccolo gruppetto in una fattoria biodinamica. Da questo prese il nome WWOOF che inizialmente stava per Working Weekend on Organic Farm. Il grande successo spinse altre fattorie biologiche ( WWOOF HOST ) ad ospitare volontari ( WWOFers ) che contribuissero al lavoro in cambio di vitto e alloggio.

Nel tempo il nome si è modificato in Willing Workers On Organic Farm cioè lavoratori volontari in fattorie biologiche, ma viene anche chiamato World Wide Opportunity on Organic Farms cioè opportunità mondiale in fattorie biologiche, e ad oggi conta più di 50 gruppi di WWOOF nel mondo.

Come funziona?

Basta scegliere il paese dove volete recarvi e andare sul sito WWOOF specifico del paese che avete scelto cercandolo attraverso il motore di ricerca google o partendo dal sito globale WWOOF dove troverete la lista di tutti i paesi aderenti http://www.wwoof.net/

Per poter aderire a questa iniziativa e ricevere la lista completa HOST del paese scelto basta iscriversi e pagare una quota annua. Per quanto riguarda l’Italia basta pagare 35 euro ed essere maggiorenni ed è possibile ricevere la tessera WWOOF e le chiavi d’accesso alle pagine riservate del sito internet.

Fatto questo primo passo bisogna scegliere il proprio HOST in base al luogo e alle proprie esigenze. Se siete interessati a scoprire come vengono prodotti gli oli essenziali o in cosa consiste la permacultura o la produzione di prodotti alimentari come pasta e pane dovrete cercare delle fattorie specializzate in ciò che vi interessa imparare, scoprire e sperimentare.

Quindi il primo passo passo è scegliere o il luogo che più vi attira o le attività che più vi incuriosiscono o sono affini alla vostra storia.

Lingua

In molti casi vi chiederete, se non so la lingua posso essere ospitato?

Certo che sì, nella maggior parte dei casi i WWOOF parlano inglese o più lingue, raramente richiedono di saper parlare la lingua locale. Alcune volte chiedono di saper parlare abbastanza bene inglese o altre lingue specifiche per poter comunicare più facilmente o per uno scambio culturale o per una loro esigenza specifica.

Esigenze particolari

Se avete delle esigenze particolari come viaggiare in famiglia, con animali oppure siete vegetariani o avere delle richieste specifiche per il cibo usualmente basta leggere nel dettaglio le informazioni di ogni HOST per avere maggiori delucidazioni e capire se può essere adatto o meno ad ospitarci. Se la descrizione del vostro HOST non è soddisfacente è sempre meglio contattarlo chiedendo informazioni più approfondite.

Lavori

Nel sito ufficiale WWOOF si parla di un quantitativo di ore di lavoro di 4 o 5 giornaliere su 5 o 6 giorni su settimanali. Non sempre è così. Quello che viene detto in teoria non è poi sempre ciò che avviene in pratica. E’ d’altro canto anche da aggiungere che spesso i volontari prendano sotto gamba questa esperienza vedendola come una vacanza gratis, cosa che invece non è, sottovalutando l’impegno preso con la fattoria.

Nel WWOOF si sono formate così da una parte una serie ben numerosa di fattorie che utilizzano questa associazione per avere della manodopera gratuita e dall’altra un gran numero di giovani squattrinati e svogliati che passano le vacanze nelle fattorie. E’ bene quindi ricordare lo scopo iniziale di questa associazione, quella cioè di far avvicinare chi usualmente vive in città e non ha opportunità di vivere quotidianamente la realtà di campagna a questo ambiente e dare l’opportunità ai contadini di fattorie biologiche di ricevere un aiuto insegnando e diffondendo la cultura del biologico e del rispetto della natura.

I lavori usualmente proposti sono vari:

  • Occuparsi degli animali ( pulirli, sistemare il loro ambiente, etc… )
  • Occuparsi dell’orto ( seminare, bagnare, raccogliere, tagliare, etc… )
  • Costruire abitazioni in bioedilizia o ristrutturale, dipingere…
  • Costruire o sistemare recinti, corsi d’acqua e attrezzature
  • Preparare e sistemare stanze per gli ospiti
  • Preparare cibi di produzione della fattoria; cucinare per la famiglia e i volontari

Cosa chiedere ad un HOST ?

Dopo aver scelto il proprio host è bene contattarlo per chiarire alcuni dettagli.

Quali sono quindi le domande da fare ad un host via mail? Le vediamo assieme.

  • Qual’è il periodo minimo e massimo in cui posso essere ospitato? Molti host mettono delle limitazioni di tempo o richiedono di fermarsi per almeno una settimana
  • Posso essere ospitato anche d’inverno ? Non tutti gli host ospitano wwoofers in tutte le stagioni; molti in special modo nei paesi nordici vi accolgono solo d’estate. Può capitare quindi di dover contattare i vostri host con largo anticipo per avere priorità sugli altri. Potrete quindi avere priorità in base a quando li contattate o in base alle vostre capacità ed esperienze passate.
  • Quante ore devo lavorare al giorno e quanti giorni alla settimana?
  • Di che tipo di alloggio disponete? Gli host possono offrire alloggi molto diversi. Vi può essere proposto di dormire nella loro casa con una vostra stanzetta o di condividere la stanza con una o più persone, vi può essere chiesto di dormire in una appartamentino separato dalla casa principale oppure in roulotte, camper o tenda
  • Quanti pasti vengono offerti? Vengono procurati gli alimenti base o c’è qualcuno che cucina?
  • Di quali lavori avete bisogno nel periodo in cui mi ospitereste?
  • Domande specifiche sulle vostre esigenze

Elenco WWOOF HOST nel mondo

Qui troverete i link dei siti wwoof di alcune nazionalità:

Italia: http://www.wwoof.it/it/

Austria: http://www.wwoof.at/

Germania: http://www.wwoof.de/

Francia: http://www.wwoof.fr/

Uk: https://www.wwoof.org.uk/

Spagna: http://ruralvolunteers.org/WHOSTS/

Canada: http://www.wwoof.ca/lbv?destination=

USA: https://wwoofusa.org/

Australia: http://www.wwoof.com.au/

Nuova Zelanda: http://www.wwoof.co.nz/

I WWOOF indipendenti, cioè quelli che non hanno un’organizzazione nazionali si possono trovare in questo sito: http://www.wwoofindependents.org/

 

 

 

Socialize

Classe 87, cresce con lo Yoga, uno stile di vita naturale ed…

Comments are closed.